Una Toscana moderna: l’utopia di Ubaldino Peruzzi (1822-1891)


Nel 2022 ricorrevano i duecento anni dalla nascita di Ubaldino Peruzzi, fiorentino di famiglia, cosmopolita per i suoi studi ed i continui viaggi, politico di primaria importanza nell’Italia appena unita. Ubaldino Peruzzi è una figura che la storiografia ha lungamente trascurato. Una dimenticanza ingiustificata se si valuta il ruolo fondamentale che ebbe nella costruzione dello stato nazionale ed il suo credo liberista. Fu anche importante promotore della modernizzazione dell’economia  toscana, con il suo impegno in favore dell’istruzione tecnica e della professionalizzazione del ruolo di ingegnere. È inoltre considerato padre del sistema ferroviario italiano, indispensabile volano, a parer suo, di sviluppo economico e vettore di unificazione culturale e politica.
A questa figura è dedicata la Giornata di studio organizzata in collaborazione con l'Opificio Toscano di Economia, Politica e Storia, alla quale si accompagna una mostra virtuale degli scritti di Ubaldino Peruzzi, custoditi nell'archivio dell’Accademia dei Georgofili.

Scarica la locandina

Raccolta dei riassunti