La chimica del suolo ieri, oggi e domani. Giornata in memoria di Paolo Sequi

Iscrizione obbligatoria

Paolo Sequi è nato a Lucca il 23 giugno 1938 e deceduto a Roma l’8 dicembre 2021. Laureato in Scienze Agrarie all’Università degli Studi di Milano, inizia subito la sua carriera scientifica presso l’Istituto di Chimica Agraria di quella Università sotto la guida del Prof. Claudio Antoniani.
Le sue doti scientifiche furono subito notate dal Prof. Orfeo Turno Rotini, allora al vertice della chimica agraria italiana, tanto che nel 1969 lo chiamò a Pisa all'Istituto per la Chimica del terreno del C.N.R., appena istituito nella città e del quale sarà Direttore dal 1972 al 1986. Venne quindi chiamato ancora giovanissimo a compiti organizzativi di notevole importanza e difficoltà. Riuscì ad affermarsi guidando un gruppo di giovani, portando in poco tempo a livello internazionale il neonato Istituto. 
Con lo stesso entusiasmo e determinazione ha poi operato sempre negli anni ’80 nelle Università di Udine e Bologna fin ad essere chiamato, per chiara fama, nel 1991, alla direzione dell’Istituto Sperimentale per la Nutrizione delle Piante del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, poi del CREA.
Paolo Sequi è stato uno scienziato di levatura internazionale e un Maestro nel campo della scienza del suolo, in particolare della chimica agraria moderna. Fin dai primi passi della sua carriera è stato un grande studioso con la non comune capacità di mantenersi costantemente aggiornato in campo scientifico. Fautore della necessità di un confronto internazionale, è stato tra i primi ricercatori italiani a pubblicare sulle più prestigiose riviste scientifiche a livello mondiale.
È stato un ricercatore di grandi intuizioni sia in campo metodologico sia nel prevedere le migliori evoluzioni di particolari branche della scienza del suolo, come l’introduzione di nuove tecniche di analisi di immagine nello studio della microstruttura del suolo o intuire, ad esempio, le potenzialità della biochimica. Convinto assertore della necessità di migliorare e aggiornare le tecniche metodologiche, ha coronato il sogno di coordinare una collana di metodi di analisi del suolo, edita da Franco Angeli.
Lo scopo di questa Giornata di studio è quello di onorarne la memoria attraverso comunicazioni scientifiche, che ripercorrono i temi e le intuizioni di Sequi, degli “allievi di prima generazione” a cominciare da quelli che iniziarono proprio in quell’Istituto del CNR di Pisa e ai suoi primi collaboratori delle Università di Udine e Bologna. Come già sottolineato, Paolo Sequi è stato un Maestro della chimica agraria moderna e per questo ci saranno anche comunicazioni di “allievi di seconda generazione” che, in qualche modo, appartengono e continuano quella scuola. Infine, sono previsti interventi che ricordano e tratteggiano le sue doti umane, la sua sensibilità e la sua determinazione.

Scarica il programma