Alcuni traguardi per l'agricoltura del futuro

I Georgofili in previsione del vertice dei Ministri dell’agricoltura del G20

L’iniziativa si prefigge l’obiettivo di affrontare problematiche di frontiera alla luce dell’esperienza di quanto è avvenuto e ancora sta avvenendo a seguito del fenomeno pandemico. Non vi è la pretesa di esaurire ogni possibile tematica e questo spiega la voluta riduzione nel titolo ad “Alcuni traguardi”, allo stesso tempo vi è il tentativo di toccare una serie di tematiche proiettate sul futuro dell’agricoltura e ciò spiega l’eterogeneità dei contenuti e dei relativi metodi di analisi dei contributi. L’iniziativa si apre con uno sguardo alle politiche agricole che, partendo da quelle esistenti, dovranno essere riviste sia per i cambiamenti in corso in campo agricolo sia per quelli relativi all’economia in generale.
Il secondo intervento funge da ponte fra la politica agricola comune degli scorsi anni e quella nuova che sta muovendo i primi passi e che presenta la novità degli eco schemi, uno strumento logico ed operativo nuovo tutto da attivare in un contesto mutato da quello in cui venne concepito.
Il terzo presenta l’approccio concreto di un imprenditore agricolo di avanguardia che conferma l’assoluta necessità di avvalersi, anche nel cambiamento, dello strumento dell’innovazione scientifica e tecnologica per conciliare produttività e sostenibilità. Il quarto contiene una serie di indicazioni sugli strumenti a disposizione del settore agricolo in questo periodo di transizione delle pratiche agricole. Il quinto, in sintonia con uno dei grandi temi della nuova fase delle politiche comunitarie affronta il vastissimo tema della transizione nei suoi aspetti ecologici e di digitalizzazione. Infine il sesto si concentra su un aspetto operativo molto importante e la cui definizione appare propedeutica alla transizione digitale anche in agricoltura.

Scarica il Programma

Raccolta dei Riassunti disponibili

Registrazione video